cambia scuola

       

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

  Coerentemente a quanto previsto dalla normativa vigente, è impegno del C.N. Marco Foscarini quello di agevolare, particolarmente all'interno dell'età di obbligo scolastico, la mobilità degli studenti ed i passaggi da un indirizzo di studio a un altro.

 

  Il testo che segue intende fornire le informazioni utili alle famiglie per i casi più comuni.        

 

 

          

            1. Per tutti gli ordini di scuola: Richiesta di nulla osta per trasferimento ad altro istituto.

Il trasferimento ad altro istituto scolastico comporta SEMPRE la richiesta di apposito Nulla Osta da rivolgere alla scuola frequentata in precedenza, contenente l'indicazione della scuola presso la quale si intende trasferire il proprio figlio e l'indicazione delle motivazioni della scelta. Per i trasferimenti in uscita dal CN Foscarini, si utilizzi il modello disponibile nel sito di istituto. Si invita, comunque, prima della presentazione della domanda formale, a richiedere un colloquio alla dirigenza dell'istituto.

           2. Trasferimenti nell’ambito della scuola primaria e della secondaria di primo grado:

Questi trasferimenti non comportano pratiche aggiuntive rispetto alla richiesta di disponibilità da rivolgere alla scuola accogliente ed alla richiesta di Nulla Osta da rivolgere alla scuola frequentata (vedi sopra). Questi trasferimenti avvengono di norma prima dell’inizio delle lezioni: i trasferimenti in corso d’anno vanno considerati eccezionali e saranno valutati caso per caso dalla dirigenza. Nei casi di alunni certificati ai sensi della L.104/1992 e successive modifiche e integrazioni, come pure di alunni per cui è stato diagnosticato un Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA), è necessario che la famiglia evidenzi tale condizione alla nuova scuola in modo di consentire la predisposizione degli strumenti più idonei a garantire la proficua frequenza e il successo formativo.

         3. Trasferimenti nell’ambito della scuola secondaria di secondo grado (Licei):

 a)     Richiesta di trasferimento da altra scuola dello stesso indirizzo di studio:

La procedura e la tempistica sono gli stessi indicati per la scuola primaria e la secondaria di primo grado. I signori genitori sono pregati di far pervenire i programmi di studio seguiti presso la scuola precedente e le valutazioni conseguite sino al momento del trasferimento. Nei casi di alunni certificati ai sensi della L.104/1992 e successive modifiche e integrazioni, come pure di alunni per cui è stato diagnosticato un Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA), è necessario che la famiglia evidenzi tale condizione alla nuova scuola in modo di consentire di predisporre gli strumenti più idonei a garantire la proficua frequenza e il successo formativo.

  

b)     Trasferimento con cambio di indirizzo:

La normativa in merito è costituita dal D.M. 22 agosto 2007, n. 139 (Regolamento recante norme in materia di adempimento dell’obbligo di istruzione) e dalle relative Linee Guida, cui si rinvia. Richiamato quanto si legge sopra in premessa, si fa comunque presente che un cambio dell'indirizzo di studio comporta inevitabilmente alcune difficoltà per gli studenti, difficoltà che ovviamente aumentano quanto più ci si è inoltrati nel corso di studi che si intende abbandonare. Raccomandiamo quindi di considerare attentamente le eventuali richieste in tal senso dei propri figli. In ogni caso, al fine di garantire effettive possibilità di successo nel nuovo indirizzo, il Liceo Foscarini consiglia vivamente di non richiedere cambi di indirizzo successivamente al primo anno, e non ammette tali cambi a partire dal terzo anno, una volta iniziato, salvo casi assolutamente eccezionali (per i quali la normativa prevede un vero e proprio esame integrativo) e comunque non per il liceo europeo.

Le richieste di cambio d'indirizzo devono essere formulate:

  •          per gli studenti che frequentano il primo anno, entro la fine del primo periodo;
  •          per gli studenti che hanno concluso il primo o il secondo anno: entro il 31 agosto.

b.1)       Cambio di indirizzo all'interno del Liceo Foscarini:

Lo studente che richiede il cambio di indirizzo deve sostenere un apposito colloquio nelle materie non previste (o che prevedono un programma ridotto) nell'indirizzo di destinazione, cioè:

  •          per il passaggio da Liceo Classico Ordinamentale a Liceo Classico Europeo: Diritto ed Economia, Storia dell'Arte, Seconda Lingua Straniera. Per il passaggio alla sezione ESABAC, la valutazione delle competenze in lingua Francese ha un peso particolare.
  •          per il passaggio da Liceo Classico Europeo a Liceo Classico Ordinamentale: Latino e Greco.

Tali colloqui non sono previsti per i cambi richiesti entro la fine del primo quadrimestre del primo anno.

b.2)        Richiesta di trasferimento da altra scuola e da altro indirizzo di studio:            

Si indicano le materie nelle quali è previsto il colloquio preliminare, volto ad accertare le competenze già acquisite ed a progettare, se necessario, il percorso di riallineamento, nei casi principali:

da

a

Materie (*)

liceo classico ordinamentale

liceo classico europeo

  •          Diritto ed Economia
  •          Storia dell'Arte
  •          Seconda Lingua Straniera

Per il passaggio alla sezione ESABAC, la valutazione delle competenze in lingua Francese ha un peso particolare.

liceo classico europeo

liceo classico ordinamentale

  •          Latino
  •          Greco

liceo scientifico

liceo classico ordinamentale

  •          Latino
  •          Greco

liceo scientifico

liceo classico europeo

  •          Lingue Classiche
  •          Diritto ed Economia
  •          Seconda Lingua Straniera

Per il passaggio alla sezione ESABAC, la valutazione delle competenze in lingua Francese ha un peso particolare.

liceo linguistico

liceo classico ordinamentale

  •          Latino
  •          Greco
  •          Storia dell'Arte

liceo linguistico

liceo classico europeo

  •          Lingue Classiche
  •          Diritto ed Economia
  •          Storia dell'Arte

Per il passaggio alla sezione ESABAC, la valutazione delle competenze in lingua Francese ha un peso particolare.

da altri licei o istituti

si consiglia di valutare con grande prudenza la scelta di un tale passaggio, a causa del divario fra programmi e scelta delle materie. In ogni caso, se si dovesse decidere in tal senso, si consiglia di prendere contatto con i responsabili della scuola per ricevere comunicazioni sulle materie oggetto degli esami di idoneità

 

(*) A queste discipline andrà aggiunta la prima lingua straniera, in caso di cambiamento della stessa.

Nei casi di alunni certificati ai sensi della L.104/1992 e successive modifiche e integrazioni, come pure di alunni per cui è stato diagnosticato un Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA), è necessario che la famiglia evidenzi tale condizione alla nuova scuola in modo di consentire di predisporre gli strumenti più idonei a garantire la proficua frequenza e il successo formativo.

 

 3.  Tempistica dei colloqui preliminari,

I colloqui preliminari, volti ad accertare le competenze già acquisite ed a progettare, se necessario, il percorso di riallineamento, verranno attivati in una sessione unica, prima dell’avvio del nuovo Anno Scolastico.

 4. Cambio di indirizzo al secondo anno (o eventualmente ai successivi) con giudizio sospeso:

Gli studenti che hanno riportato la sospensione del giudizio a giugno dovranno superare l’esame integrativo nelle discipline insufficienti, anche se non previste nel corso di studi dell’indirizzo di destinazione, prima di potersi iscrivere ad un nuovo indirizzo scolastico.