"Memorie di carta, memorie di pietra - I Licei di Napoleone in Veneto si raccontano"

è un percorso didattico tra i documenti d’archivio dei licei Canova di Treviso, Foscarini di Venezia e Maffei di Verona.


Questi licei, che, istituiti per decreto napoleonico nel 1807, sono presenti da ormai più di due secoli nelle rispettive città, hanno recentemente ottenuto dalla Regione, per i propri patrimoni documentari, la “Dichiarazione di interesse locale”.

All’inizio di quest’anno hanno costituito la Rete dei Licei veneti di istituzione napoleonica, per incentivare e condividere comuni strategie di valorizzazione dei rispettivi archivi storici e dei beni artistici e culturali conservati entro le mura scolastiche.

Primo esito di questo progetto ad ampio respiro è questo percorso didattico, al tempo stesso specifico per ogni scuola e comune per la rete di scuole, su passaggi importanti della storia locale e nazionale: dalle dominazioni francesi e austriache all’annessione del Veneto al Regno d’Italia, dalla prima guerra mondiale alla dittatura fascista, alla Resistenza e alla nascita della Repubblica italiana. Tappe della nostra storia che hanno oltrepassato, spesso fragorosamente, i portoni degli antichi edifici che ancora oggi ospitano queste scuole e che hanno lasciato testimonianze memoriali nelle aule, nei chiostri, negli archivi storici.


Gli itinerari proposti, basati sulle diverse testimonianze materiali disseminate negli ambienti scolastici e, contestualmente, sulle carte d’archivio più rilevanti, permetteranno al visitatore di attraversare i passaggi più importanti della storia nazionale ed europea nel suo riflesso locale, secondo un progetto articolato.

Al Liceo “M. Foscarini” è infatti protagonista l’Ottocento: l’istituzione del liceo convitto, il suo sviluppo, prima sotto il dominio austriaco, poi, attraverso la significativa esperienza del Risorgimento veneziano, nel Regno dell’Italia unita. Al Liceo “S. Maffei” l'attenzione si sposta sugli effetti della prima guerra mondiale nella quotidianità della scuola e sulla complessa rielaborazione del ricordo e del lutto nell'immediato dopoguerra. Infine, il percorso allestito presso il Liceo "A. Canova" è volto a mettere in luce le forme e i modi nei quali la politica del regime fascista ha condizionato la didattica scolastica e, più in generale, l'organizzazione e la vita dell'istituto.


Pubblicata il 04 dicembre 2017